Leonardo da Vinci. Anatomie spirituali

    Seconda tappa del progetto Ergo sum di EgribiancoDanza

    Condividi

    Leonardo da Vinci: anatomie spirituali, è la seconda tappa del Progetto Ergo sum di Raphael Bianco per la Compagnia EgriBiancoDanza:, progetto diviso in quattro parti e iniziato con lo spettacolo Essais: d’après Montaigne nel dicembre 2018.
     

    “Ergo Sum” invita lo spettatore a riflettere sul concetto stesso di esistenza, declinato attraverso l’esplorazione di idee e di intuizioni di singolari figure del pensiero filosofico e scientifico (Montaigne, Leonardo, Einstein, Descartes).


    Leonardo da Vinci: anatomie spirituali è dedicato al genio di Leonardo da Vinci nel 500° della morte. Un omaggio al grande inventore, scienziato, scrittore, umanista a tutto tondo.

    Un lavoro coreografico e coreologico (analisi del movimento Laban) dove il corpo sollecitato è sezionato fra staticità e movimento diventa storia di sé e altro da sé senza una reale e concreta narrazione.

    Il nostro corpo nella sua carnalità e sangue è diretto da una mente ed è vivificato da un cuore. Ma se riflettiamo più in profondità, quale è il nostro rapporto con le zone del nostro corpo? Quali vorremmo nascondere? Quali amiamo? Quali affrontano il mondo e quali vengono al mondo nascoste? Quali zone di forza e prepotenza e quali di fragilità nei rapporti interpersonali? Un’ indagine sul corpo dei danzatori, in un vero processo di vivisezione. Un percorso coreografico dalle prospettive esoteriche, un rituale misterioso da cui emergono verità talvolta, surreali, ludiche, comiche,  poetiche e sconvolgenti.

    Un processo creativo, che si snoda fra multimedialità, la musica cruda e minimalista di Alessandro Cortini, suoni della natura (dimensione cara a Leonardo) ed echi di musica rinascimentale.