Vivaldiana

    Il balletto dello Spellbound Contemporary Ballet sull'universo di Vivaldi

    Condividi

    Dopo Rossini Ouvertures, la compagnia Spellbound Contemporary Ballet rielabora in danza l'universo del genio di Antonio Vivaldi.

    Vivaldiana  dà forma attraverso sonorità contemporanee sia al lato artistico del compositore che alle sue declinazioni più umane, istrioniche e folli. “Vivaldi fu il primo musicista che componeva col preciso intento di stimolare il gusto del pubblico, non di assecondarlo” ha detto il coreografo e regista Mauro Astolfi. Nata nel 1994, dietro volontà di Astolfi, la Spellbound Contemporary Ballet condivide il progetto produttivo con Valentina Marini che ha avviato un processo di intensa internazionalizzazione. L’ensemble di danzatori è considerato tra le eccellenze dell’ultima generazione.
     

    In questo nuovo progetto l'idea principale è lavorare ad una parziale rielaborazione ed integrazione dell'universo vivaldiano attraverso sonorità contemporanee. Vivaldi era assolutamente consapevole di andare ben oltre i limiti del proprio tempo in un mondo di razionalità, non si preoccupava assolutamente di muoversi contro corrente e proprio in questo consiste la sua genialità. Da qui l'idea di rielaborare la sua architettura musicale cercando di restituire all'opera musicale le caratteristiche dell'unicità di Vivaldi.
    Mauro Astolfi