Ritratto breve di Giorgio Barberio Corsetti

    Il regista, attore e drammaturgo tra i maggiori rappresentanti del teatro di ricerca

    Condividi

    Attore, regista e drammaturgo (Roma, 1951), Giorgio Barberio Corsetti è tra i rappresentanti principali del teatro di ricerca in Italia.

    Fonda nel 1976 La Gaia Scienza, compagnia che prende il nome dal saggio su Nietzsche e Laforgue con cui nel 1975 si è diplomato all'Accademia nazionale d'arte drammatica Silvio D’Amico.Dopo diversi allestimenti di successo, e un ultimo spettacolo nel 1984 la compagnia si scioglie.

    Nello stesso anno nasce il gruppo con il nome del regista, con la quale Barberio Corsetti sperimenta un nuovo linguaggio teatrale caratterizzato dalla proiezione di video (realizzati insieme con Studio Azzurro di Milano) che segnano la punteggiatura drammaturgica dei suoi spettacoli. Una ricerca che appassiona e incuriosisce il pubblico e convince la critica, giocare con la tecnologia e svelarne apertamente i trucchi al pubblico.

    Tra i suoi spettacoli di successo: Re Lear, La rivolta degli oggetti (regia Corsetti, Solari e Vanzi), Le Rane, e la direzione di numerose opere liriche, tra cui Fra’ Diavolo. Barberio Corsetti si è cimentato anche con la regia di spettacoli itineranti, coinvolgendo la Comunità Cittadina degli spettatori.

     

    Nel racconto del regista, il momento in cui ha deciso difare del teatro la sua vita, il suo rapporto con gli attori da lui diretti, la direzione del teatro d’opera e le differenze con quello di prosa.

     

    Facebook: Giorgio Barberio Corsetti