Ecco il Festival dei Due Mondi

A Spoleto l' edizione numero sessantadue

27 Giu 2019 > 14 Lug 2019

Nacque nel 1958 il Festival dei Due Mondi, grazie al compositore Gian Carlo Menotti che scelse Spoleto  quale luogo ideale per fondare una manifestazione che celebrasse l’arte in tutte le sue forme. Andarono in scena memorabili spettacoli e il Festival divenne ben presto l’appuntamento per eccellenza con il fermento culturale al di qua e al di là dell’oceano. Giunsero a Spoleto i più grandi protagonisti del cinema e della scena teatrale, celebri danzatori e coreografi, poeti, drammaturghi, scrittori.

 Giunto quest'anno alla sua 62a edizione, il Festival dei Due Mondi conferma l’intuizione originale che lo rese inimitabile luogo di incontro tra culture .Sotto la guida di Giorgio Ferrara, direttore del Festival dal 2008, Spoleto è tornata ad essere il luogo affascinante nel quale ogni estate, da ogni parte del mondo, si danno appuntamento le grandi arti della scena: Opera, Musica, Danza, Teatro.

Il suo calendario abbraccia programmi della più nota tradizione classica in un continuo dialogo con tutto quanto di più nuovo e persuasivo appare oggi sui palcoscenici di tutto il mondo. 

Rai Cultura, Radio3, Rainews24, Tgr Umbria, RaiPlay, Rai Digital e Rai Direzione Creativa: c’è sempre più Rai – nelle sue diverse declinazioni – ad accompagnare il Festival dei Due Mondi di Spoleto in una media partnersphip che si rafforza per la sessantaduesima  edizione, in programma dal 28 giugno al 14 luglio nella città umbra. Una partnership che porterà in scena alcune delle produzioni del Festival, ma ne racconterà anche i dietro le quinte con approfondimenti, servizi giornalistici, interviste ai protagonisti degli spettacoli. E non mancheranno la parte web e social, e quella creativa a partire dallo spot Rai per il Festival.

Rai Cultura, in particolare, dopo Il Minotauro del 2018, proporrà su Rai5 il dramma in versi di Silvia Colasanti  Proserpine che apre il Festival dei Due Mondi di quest’anno all’insegna dell’Opera contemporanea e racconterà in un documentario firmato da Bruna Bertani l’edizione 2019, mostrando il meglio della grande vetrina di Spoleto sull’Opera, la Danza, il Teatro e incontrando autori, realizzatori e interpreti. Altri approfondimenti, inoltre, sulle pagine web di Rai Cultura e sui Social.

Anche Rai Radio3 sarà in Umbria con interviste, collegamenti e approfondimenti speciali, oltre ad alcuni appuntamenti nel cartellone serale della rete.

Per quanto riguarda l’informazione – oltre ai servizi nei Tg e nei Gr Rai – Rai News 24 sarà presente con i propri inviati e realizzerà uno speciale di Tutti Frutti, in onda il 5 luglio. Servizi e approfondimenti anche nelle edizioni della Tgr Umbria che, alla vigilia del Festival, ospiterà nei propri studi di Perugia il direttore artistico Giorgio Ferrara per un’intervista in anteprima.

Spoleto 2019 troverà spazio anche su RaiPlay che ha già una sezione dedicata e che aggiornerà durante la rassegna, mentre Rai e Festival condivideranno i propri contenuti sui rispettivi Social.

Firmato da Rai Creativa, infine, lo spot della 62^ edizione del Festival dei Due Mondi