Torna a speciale La Scuola in Tv

    La quantità di moto di un sistema isolato si conserva in tutti i sistemi di riferimento inerziali?

    Dalle trasformazioni di Lorentz alla equivalenza massa energia

    Condividi

    Partiremo dalle trasformazioni di Lorentz per dedurre una legge di composizione delle velocità coerente con il postulato di Einstein sulla invarianza della velocità della luce. Vedremo che combinando questa legge con la definizione classica di “quantità di moto”, quest’ultima non si conserva per tutti gli osservatori inerziali, imponendo così una ridefinizione di questa grandezza.

    Materia: Fisica.
    Destinatari: studenti del secondo biennio e quinto anno di scuola secondaria di secondo grado e dei Licei.
    Professore: Ilarione Cormio.