Il capolavoro di Lewis Carroll illustrato da Possentini

    Condividi

    Il capolavoro di Lewis Carroll, Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie, pubblicato per la prima volta nel 1865, torna grazie alle splendide e suggestive illustrazioni di Sonia Luce Maria Possentini (vincitrice del prestigioso Premio Andersen 2017) e la versione integrale del testo nella traduzione di Andrea Casoli, in una preziosa edizione pubblicata da Corsiero Editore.

     Un volume estremamente curato, davvero molto più di un semplice albo illustrato: fin dalla copertina, che ritrae Alice di spalle che incede verso un grande albero tra le cui fronde appare il ghigno burlone dello Stregatto, i disegni di Possentini catturano non solo la curiosità ma, come è doveroso per una storia come questa, l’immaginazione. La sua Alice è a metà tra l’epoca vittoriana in cui si svolge la storia e una bambina fuori dal tempo, e il suo mondo ci viene raccontato in perfetta sintonia sia dalla bella traduzione di Andrea Casoli (impresa notoriamente ardua vista la predisposizione di Carroll ai giochi di parole) arricchita dalle puntuali e interessanti note in appendice, sia dall'abile uso delle immagini: a tutta pagina, a scomparsa, nei piccoli dettagli, facendoci incontrare una Alice così vera e così simile in fondo a ciascuno di noi, che il suo sguardo sembra quasi uscire dalla pagina, e invitarci a seguirla, come fosse il nostro personale Bianconiglio. Così Possentini su questo lavoro (da un'intervista di Lara Ferrari):

     Alice l’hanno disegnata in tanti prima di me, è stata un grossa sfida personale; le persone a cui mi sono ispirata sono reali, bambine di sette otto anni. Quando ho visto la mia Alice me ne sono innamorata, perché ha il modo di fare della protagonista, curiosissima e stizzosa. È una Alice vera, esiste. Volevo che ci si riconoscesse in lei. I miei animali hanno poco a che fare con il fantastico e il mio cappellaio matto non è un eccentrico che gira con la parrucca. Il reale è la cosa a cui preferisco attenermi di più.


    Sonia Maria Luce Possentini è nata a Canossa (RE), dove vive e lavora. Pittrice e illustratrice, ha esposto le proprie ricerche in diverse città italiane e straniere, pubblicando albi illustrati con svariate e prestigiose realtà editoriali, tra cui Giunti, Fatatrac, corsiero, La Margherita, Mine Edition Parigi, De Agostini, Grimm Press, Kite Edizioni, Il gioco di leggere, ecc. Per corsiero editore ha illustrato La bella nel bosco addormentato, Il pinguino senza Frac di Silvio D’Arzo e Martino ha le ruote di Annalisa Rabitti. Collabora con riviste di illustrati (sia in Italia che all’estero). Nella sua carriera ha ottenuto importanti riconoscimenti, tra cui il Silver Award al concorso Illustration Competizion West 49, promosso dalla società illustratori di L.A., il suo libro Un bambino (Kite Ed.) è stato selezionato da Ibby Italia e candidato alla Biennale di Bratislava, e nel 2017 ha avuto l’onore di ricevere il Premio Internazionale Andersen, ecco la motivazione: “Per essere diventata, con tenacia e rigore, una delle voci più alte e interessanti della nostra illustrazione. Per una produzione sempre contrassegnata da qualità e originalità. Per la raffinatezza e morbidezza di un segno capace di entrare in costante rapporto con il testo”.

     Lewis Carroll (1832-1898) è lo pseudonimo adottato dal reverendo Charles Dogson come autore di libri per bambini, tra cui il suo capolavoro: Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie. Fu anche insegnante di logica e matematica e un pioniere della fotografia.

     Per gentile concessione dell’editore Corsiero pubblichiamo alcune delle bellissimo illustrazioni di Possentini contenute nel volume.