I prebiotici

Marco Martinelli

Condividi

I prebiotici non vanno confusi con i probiotici, i probiotici infatti sono batteri buoni mentre i prebiotici sono sostanze di origine alimentare non digeribili dal nostro organismo che se somministrate in quantità adeguate portano benefici al consumatore poiché promuovo selettivamente la crescita e l’attività di uno o più batteri presenti nel nostro intestino. 

Per essere definiti tali i prebiotici devono essere resistenti agli attacchi dell’acido cloridrico, come in una sorta di formazione a testuggine romana, o ai processi enzimatici e idrolitici che avvengono nel duodeno fungendo così da substrato per la crescita dei batteri buoni intestinali...

Ce ne parla Marco Martinelli, biotecnologo.