Torna a speciale BergamoScienza 2019

    Simonetta Cheli. Monitorare la salute della Terra dallo spazio

    Da BergamoScienza 2019

    Condividi

    L'Agenzia spaziale europea (ESA), insieme alle sue affascinanti attività di esplorazione dello spazio e al suo supporto alle applicazioni di telecomunicazione e spaziali, svolge una missione unica e essenziale per il futuro del nostro Pianeta Terra. Questa missione consiste nel fornire le osservazioni satellitari che ci consentono di monitorare e comprendere come funziona il sistema terrestre e prevedere la sua evoluzione, in particolare a causa dei cambiamenti climatici.

    I risultati più significativi ottenuti su diversi domini terrestri, mostrano le drammatiche variazioni dei ghiacciai e delle calotte glaciali, l'aumento degli inquinanti atmosferici e dei gas a effetto serra, il riscaldamento delle temperature degli oceani e dei terreni e il costante aumento del livello del mare e i cambiamenti nell'uso del suolo e della biomassa. Per molti di questi parametri abbiamo ora serie temporali basate sullo spazio che durano alcuni decenni; questi forniscono una prova inconfutabile del cambiamento climatico in atto.

    Ce ne parla Simonetta Cheli, direttore dell'Ufficio Osservazione della Terra dell'ESA, intervenuta nel corso di BergamoScienza 2019.