Pertini nel cratere del terremoto

Duro attacco alla burocrazia

Condividi

Tre giorni dopo la tragedia del terremoto in Irpinia, il presidente della Repubblica, Sandro Pertini, si reca nella zona colpita per portare la sua solidarietà alle popolazioni. «Qui non c’entra la politica, qui c’entra la solidarietà umana.» Il presidente Pertini non risparmia attacchi agli organi burocratici… «Vi sono state della mancanze gravi, non vi è dubbio. Ancora dalle macerie si levavano gemiti, grida di disperazione di sepolti vivi. E i superstiti, presi di rabbia, mi dicevano: “ma noi non abbiamo gli attrezzi necessari per salvare questi nostri congiunti, liberarli dalle macerie”».