Romeo Castellucci, tra corpo e parola

    La collaborazione con la Triennale di Milano del grande regista cesenate

    Condividi

    A partire da gennaio 2021 fino alla fine del 2024 Romeo Castellucci sarà il Grand Invité di Triennale secondo una formula a oggi inedita in Italia, che prevede una sinergia unica e profonda tra l’artista e le attività della prestigiosa istituzione milanese.


    Regista e scenografo di fama mondiale, l’artista è nato a Cesena nel 1960 e, nel corso della sua carriera, è stato insignito del Leone d’Oro alla Biennale di Venezia e Chevalier des Arts et des Lettres della Repubblica francese:
     

    Un artista visionario – ha detto Stefano Boeri, Presidente di Triennale Milano - che ha dato vita a nuove forme creative all’incrocio tra discipline e linguaggi espressivi e che riflette perfettamente il nostro modo di fare cultura”. “Questa collaborazione è un grande atto di gioia, ha aggiunto Umberto Angelini, Direttore artistico di Triennale Milano Teatro.



    La presenza di Castellucci in Triennale si svilupperà nel corso del triennio attraverso committenze, coproduzioni internazionali, progetti site specific, arrivando a toccare le diverse attività di Triennale: percorsi formativi, editoriali ed espositivi.


    per la programmazione: triennale.org