Primo Levi a teatro

    Uno speciale di Savethedate

    Condividi


     Uno Speciale di 'Save The Date': Primo Levi a Teatro

     Primo Levi non ha mai scritto appositamente per il teatro, ma la sua scrittura così limpida e intrisa di verità profonda, era inevitabile che si intrecciasse nelle trame teatrali. E non di un teatro qualunque ma del Grande Teatro di Valter Malosti, che ha raccolto quello che potrebbe sembrare una sfida ma che in realtà è la Grande Verità/Eredità di un piccolo uomo dalla grande umanità quale è appunto Primo Levi.

    Domenico Scarpa ha supervisionato la condensazione scenica, realizzata con colui che è poi anche il regista e interprete, Valter Malosti, del libro Se questo è un uomo scritto da Primo Levi e dova ha raccontato con infinita umanità la sua esperienza ad Auschwitz. La voce di Primo Levi s'incarna nella voce di Valter Malosti, in scena le parole sono le stesse, non sono state mutate proprio in virtù della loro forza e umanità.

    La drammaticità del luogo e delle vicende è sottolineata dalla scenografia cupa, in bianco e nero come le drammatiche immagini che sono arrivate a noi, realizzata dalla sensibilità artistica di Margherita Palli. Le sonorità che accompagnano le parole di Primo Levi sono quanto di più drammatico e allo stesso tempo disorientante che si potesse udire in quello che è considerato l'inferno dei nostri giorni. 

    Ma la grandezza di Primo Levi come scrittore non si ferma al solo suo libro più noto, i suoi racconti riuniti ne Il Sistema Periodico'rappresentano un unicum riconosciuto universalmente nel 2006 come 'il miglior libro di scienza di tutti i tempi'. E proprio da questa sua biografia intellettuale a capitoli chiusi che Valter Malosti e Domenico Scarpa hanno estrapolato due brevi atti unici:  Piombo affidato nella regia e interpretazione a Nino D'Introna e Mercurio' nella regia e interpretazione di Richi Ferrero.

    In Piombo Nino d'Introna racconta della sua personale interpretazione e necessità di associare al metallo Piombo ciò che di più greve ci può essere nella musica come appunto le percussioni. Coadiuvato dall'amico Alan Brunetta, percussionista di indiscusso valore, hanno ricreato il mondo sonoro di Piombo, un universo a 360°.

    Richi Ferrero, racconta nello speciale di 'Save The Date', come quello di Mercurio sia l'unico racconto fantastico di Primo Levi, l'unico ne Il Sistema Periodico a non essere aderente alla realtà se non a quella del metallo stesso. Un metallo subdolo, sconcertante capace di trasformare l'oro in stagno, in una sorta di similitudine con l'animo umano.

    Infine Luigi Lo Cascio rinnova la grandezza del Primo Levi chimico nell'esecuzione scenica di 5 racconti cardine tratti daIl Sistema Periodico: Idrogeno, Zinco, Cerio, Vanadio e Carbonio.

    Dall'esperienza adolescenziale della scoperta della Chimica, all'Università con gli studi e i fatali incontri. Dall'esperienza di Auschwitz ad un fortuito incontro con chi era stato dall'altro lato della Guerra, per terminare con quello che è il secolare viaggio dell'atomo di Carbonio. Primo Levi ha fantasticato nel suo immaginario per tutta la vita su questo racconto, tanto da parlarne spesso: 'Al Carbonio, elemento della vita era rivolto il mio primo sogno letterario, insistentemente sognato in un'ora e in un luogo nei quali la mia vita non valeva molto.'  

    Luigi Lo Cascio racconta di quest'interpretazione con il pudore del grande attore raccontando quelle affinità elettive che gli hanno permesso di entrare nel mondo di Primo Levi e come il Carbonio, d'imprimere sulla carta il punto con cui l'intero libro e lo spettacolo si chiude.