La pittura eccellente de "Il Gruppo Novecento"

Da Giotto al Rinascimento con nuovi occhi

Agli inizi degli anni Venti in Italia si crea intorno all’intellettuale Margherita Sarfatti, personalità carismatica ed influente, un gruppo di artisti che non tarda a darsi una connotazione precisa. E’ il pittore Anselmo Bucci a trovare il nome del cenacolo, Gruppo Novecento, dichiarando che la pittura dovesse guardare alla grande tradizione italiana, da Giotto al Rinascimento, e rivisitarla con canoni attuali. Il movimento fu molto seguito, non solo per motivazioni politiche ma soprattutto per il grande talento degli artisti che ne fecero parte, tra i quali Mario Sironi, il già citato Anselmo Bucci, Achille Funi, Ubaldo Oppi.

Ogni verità contiene in sé la sua perfezione; ogni menzogna anche.
Anselmo Bucci

Le opere del Gruppo Novecento rappresentano una delle più significative espressioni artistiche di quegli anni e ad oggi costituiscono una delle migliori produzioni pittoriche di tutto il Novecento italiano. La studiosa Rossana Bossaglia, autrice del volume Il Novecento italiano, in questa intervista del 1996, ne racconta la genesi, i protagonisti e l’evoluzione del movimento.