Andrea Mantegna a Palazzo Barberini

Uno sguardo sul collezionismo

La nostra collezione si arricchisce, in questo periodo, di uno sguardo sul collezionismo: otto-novecentesco, europeo e americano
Flaminia Gennari Santori, Direttore Gallerie Nazionali d’Arte Antica

Un volto di Cristo dal timbro asciutto e solenne proprio delle antiche icone, ma di una straordinaria modernità per costruzione spaziale e finezza psicologica. È Ecce Homo di Andrea Mantegna, esposto a Palazzo Barberini, a Roma, insieme ad altri capolavori provenienti dalla prestigiosa collezione raccolta a fine Ottocento da Edouard André e da sua moglie Nélie Jaccquemart, in seguito donata allo Stato francese.
Sei le opere presentate, eseguite tra il 1450 e il 1500, tutte di area padovana, che documentano il Rinascimento italiano nella fase aurorale, nel momento di maggiore passione per la cultura antiquaria. In mostra anche la tavola di Andrea Mantegna Madonna col bambino e i santi Gerolamo e Ludovico di Tolosa, Ercole e Anteo, un inchiostro su carta di scuola mantegnesca, Ritratto d’uomo, una tempera su pergamena di Giorgio Schiavone, l’olio su tavola Madonna col bambino di Giovanni Battista Cima da Conegliano e la scultura in bronzo Mosè di Andrea Briosco noto come il Riccio.

Questa iniziativa si inscrive nella nostra politica di museo, cioè ragionare e approfondire la nostra collezione, mettendola in relazione con opere di altre collezioni
Flaminia Gennari Santori, Direttore gallerie Nazionali d’Arte Antica

La mostra è affiancata da un percorso parallelo nel collezionismo americano. Provengono dal Museum of Fine Arts di Houston due preziose tavole trecentesche, una mai esposta prima in Europa, tra loro complementari: La Madonna con il Bambino del Maestro Senese della Madonna Straus e la Madonna con il bambino del Maestro della Madonna Straus. Dipinti di due autori sconosciuti, acquistati nel secolo scorso da Edith Abraham e Percy Selden Straus e, nel 1944, entrati a far parte della collezione del Museum of Fine Arts. Le due tavole sono proposte accanto alla Madonna di Palazzo Venezia, opera in passato posta in relazione con il Maestro Senese della Madonna Straus. L’iniziativa consente, dunque, di porre in atto un significativo confronto visivo tra le diverse scuole che caratterizzarono lo stile gotico italiano.

Questo servizio è stato realizzato da RAI Cultura nel 2018, in occasione della mostra La Stanza di Mantegna-Capolavori dal Museo Jacquemart-André di Parigi; Gotico Americano. I Maestri della Madonna Straus, Roma, Palazzo Barberini