Torino Film Festival 2020

    Torino Film Festival 2020

    38a edizione

    Torino Film Festival 2020

    Condividi

    Una scelta coraggiosa ed insieme una sfida, la 38a edizione del Torino Film Festival (20 - 28 novembre 2020) tiene il passo con la complessità dei tempi che stiamo vivendo e propone una kermesse con un’identità completamente nuova: per la prima volta alla presenza in sala si affiancherà un programma on line. 

    Grazie a una sala virtuale che conta 500 posti, realizzata in collaborazione con MyMovies, sarà possibile vedere tutti i film in concorso. Inoltre saranno disponibili sul web le masterclass, le conferenze stampa, numerosi contributi video inediti, le attività didattiche ed altri incontri in via di definizione. Gli organizzatori lo considerano un progetto pilota destinato a diventare una delle caratteristiche del festival oltre che un’opportunità per ripensare, in maniera creativa, ad una manifestazione più accessibile e fruibile, destinata ad ampliare la sua platea.

    Il cinema nasce per essere fruito in sala, è quello il suo posto, ma le nuove tecnologie ci permettono di arrivare ovunque, moltiplicando la forza comunicativa della settima arte. È con questo spirito che il TFF sbarca online, senza rinunciare alle sue origini, quando si chiamava ancora Cinema Giovani, trattando molti temi tra cui giustizia sociale e inclusione, visti attraverso l’occhio creativo di giovani cineasti 
    Enzo Ghigo, presidente del Museo Nazionale del Cinema

    Nel ribadire un forte legame con il territorio, il Torino Film Festival di quest’anno si presenta anche come “festival diffuso”, sia grazie alla tecnologia digitale sia perché proiezioni, iniziative ed eventi si svolgeranno in molti punti della città, raggiungendo zone mai coinvolte prima d’ora nella manifestazione: dagli spazi del Museo Nazionale del Cinema alla Mole Antonelliana, all’Accademia Albertina di Belle Arti; dalle sale dei cinema Massimo, Ambrosio Cinecaffè e Classico a quelle dei teatri (Monterosa, Agnelli, Baretti) fino ai locali di Xké, Musa, Le Roi Dancing e Villa d’Agliè.

    Il mio obiettivo è di declinare i contenuti del festival anche in luoghi insoliti, coinvolgendo interlocutori e pubblici nuovi, alla (ri)scoperta di quello che Torino può dare. 12 punti, 12 luoghi che, disegnando la mappa del festival, evocano le 12 punte della Stella della Mole, il dodecaedro protagonista della nuova identità visiva della manifestazione” Stefano Francia di Celle, direttore del Festival

    Tra gli eventi speciali, l’anteprima italiana del docufilm diretto e prodotto da Michael Dweck e Gregory Kershaw The Truffle Hunters che racconta la storia di un gruppo si anziani cercatori del tartufo d’Alba, una delle prelibatezze alimentari della Regione, conosciuta in tutto il mondo.

    Il punto più alto della Mole Antonelliana, edificio simbolo della città di Torino, ospita una stella a 12 punte. Questo oggetto misterioso ha ispirato i curatori del Festival che ne hanno fatto l’icona dell’edizione 2020. Da quest’anno infatti viene istituito il Premio Stella della Mole che, come il Leone di Venezia, la Palma di Cannes e l’Orso di Berlino, diventa il massimo riconoscimento con cui verranno premiati i vincitori della manifestazione. La statuetta è stata realizzata, in stampa 3D, dal Politecnico di Torino con il CIM 4.0 (Competence Industry Manifacturing 4.0) di cui l’Ateneo è fondatore.



    Le Masterclass

    Sono sei le masterclass confermate del 38° Torino Film Festival, una serie di incontri con i grandi protagonisti e autori del cinema contemporaneo internazionale, una chiacchierata in libertà che non si limita ad una lezione di cinema ma che va oltre, mettendo in luce particolarità meno conosciute dei protagonisti. Imprevedibile Stefania con Stefania Sandrelli e Andrea Occhipinti, a cura di Massimo Sordella; Spedizione torinese con Aleksandr Sokurov e i suoi allievi, a cura di Alena Shumakova; La natura nel cinema con Giorgio Diritti e Paolo Pejrone, a cura di Gian Luca Favetto; Formare le nuove generazioni di filmmaker e attivisti con Mohsen Makhmalbaf, a cura di Fedra Fateh e Vahid Rastgou; Cinema e uguaglianza sociale per un mondo più giusto e sostenibile con Waad Al Kateab e Taghi Amirani, a cura di Fedra Fateh; Women in film: le voci in evoluzione delle donne nel cinema, ospiti in via di definizione, a cura di Fedra Fateh

    L'iniziativa fa parte di Torino Città del Cinema 2020, un progetto di Città di Torino, Museo Nazionale del Cinema e Film Commission Torino Piemonte, con il sostegno di Ministero per i Beni e le Attività Culturali eper il Turismo, in collaborazione con Regione Piemonte, Fondazione per la Cultura Torino. La Rai conferma anche per il 2020 il suo ruolo di main media partner del Torino Film Festival.