Lucania Film Festival, 22a edizione

Lucania Film Festival, 22a edizione

Dal 7 all'11 agosto a Marconia di Pisticci (Matera)

Lucania Film Festival, 22a edizione
Sarà il cineasta newyorkese Abel Ferrara l'ospite d'onore della 22esima edizione (interamente in presenza) del Lucania Film Festival in programma a Marconia di Pisticci (Matera) dal 7 al 11 agosto 2021. Il regista de Il cattivo tenente (1992) e Siberia (2020) terrà una masterclass e una lectio magistralis aperta a professionisti, cineasti e grande pubblico. Da oltre quarant’anni una delle voci più originali e riconosciute del cinema contemporaneo, Ferrara inoltre si racconterà nel talk “Architettura e Spiritualità” dedicato all’interazione tra cinema, architettura e "mondi periferici dell’animo".


Abel Ferrara nel 2005 sul set di "Mary"

La kermesse cinematografica, curata dall'associazione culturale Allelammie, vedrà protagonista quest'anno anche Luca Manfredi, che il 22 marzo scorso ha festeggiato il centesimo anniversario della nascita del padre Nino Manfredi, uno degli interpreti più amati del cinema italiano. Luca sarà presente alla manifestazione nelle vesti di autore e regista del documentario Uno, nessuno, cento Nino e del libro “Un friccico ner core. I 100 volti di mio padre Nino” (RaiLibri) con cui ricorderà l'attore non solo come artista, ma anche come marito, padre e nonno, un uomo in eterno conflitto con le sue fragilità e i suoi difetti.


Luca Manfredi

In concorso al LFF quest'anno 45 opere (40 per le categorie internazionali e 5 per Spazio Italia), tra corti e lungometraggi, documentari e cartoni animati, provenienti da tutto il mondo che, oltre alla consueta proiezione, verranno audio raccontate dal vivo per il pubblico non vedente nello slot dedicato "Cinema bendato". L'accesso sarà consentito anche ai normo vedenti a patto che siano bendati. Tra i titoli Amor Fati della portoghese Cláudia Varejão e The Story of a Painting del russo Ruslan Magomadov nella sezione Lungometraggi FictionAntigone. How dare we! del croato Jani Sever e El father plays himself del venezuelano Mo Scarpelli nella sezione Lungometraggi Documentari. Nella sezione Corti Fiction Stephanie di Leonardo Van Dijl (Belgio), il greco Goads di Iris Baglanea e altre pellicole provenienti, tra l'altro, da Svezia, Spagna, Nuova Zelanda.

In Spazio Italia, dedicato ai film italiani, saranno presentati 5 cortometraggi: La sedia di Raffaele Salvaggiola; La Tecnica di Davide Mardegan e Clemente De Muro; Giusto il Tempo per una Sigaretta di Valentina Casadei; Slow di Giovanni Boscolo e Daniele Nozzi; Captain T di Andrea Walts.

Non solo cinema al LFF. In cartellone, oltre ad un omaggio a Dante Alighieri a 700 anni dalla morte e ad Astor Piazzolla, il compositore argentino di cui si celebrano i 100 anni dalla nascita con il concerto “DanTango”, mostre, laboratori, cinepasseggiate, masterclass, lectio magistralis e tanti workshop e incontri come quello con il poeta e paesologo Franco Arminio, presente al Festival per presentare il suo ultimo libro “Lettera a chi non c'era. Parole dalle terre mosse” (Bompiani).

Riconfermata anche Piccolissima, la rassegna con un programma parallelo ricchissimo per ragazzi under 18. Infine, nel land space del CineParco TILT, la spettacolare scenografia “LuceFieno” accoglierà i poliedrici artisti tra cui l’organettista elettronico Alessandro D’Alessandro e il dj Boss Doms.

Da sempre attento alle tematiche green, il Lucania Film Festival, ospiterà anche un workshop di sartoria e scambio creativo a cura di Atomico Fest rivolto al grande pubblico del festival, per far comprendere le potenzialità di riuso e riciclo dei materiali e dei prodotti, i cambiamenti indotti dall'economia sostenibile e circolare.

Il programma completo del Festival, che si svolge in media partnership con Rai Cultura e Rai Scuola, sul sito: Lucania Film Festival