"Visioni dal Mondo", 10a edizione

"Visioni dal Mondo", 10a edizione

Festival Internazionale del Documentario

12 Set 2024 > 15 Set 2024
"Visioni dal Mondo", 10a edizione

Il potere del documentario risiede nella sua capacità di raccontare storie vere con profondità e autenticità, sensibilizzando e ispirando il cambiamento. La selezione di quest'anno è particolarmente potente, con opere che affrontano temi cruciali e di estrema attualità
Maurizio Nichetti, Direttore artistico di Visioni dal Mondo

Non c'è più tempo è il tema della 10a edizione del Festival Internazionale del Documentario Visioni dal Mondo che si terrà a Milano, dal 12 al 15 settembre 2024. Una tappa importante per questa manifestazione, che segna un decennio di impegno nel supportare il settore e promuovere il genere documentario. Guest of honor di quest'anno il regista e sceneggiatore Mario Martone.

In un mondo in costante movimento, ci troviamo di fronte all'inesorabile verità: "Non c'è più tempo". Tuttavia, in questo scenario di urgenza, si sente l’esigenza di agire, un’azione che si riflette nei film documentari, veri racconti di coraggio, resilienza, speranza e timeless commitment. Attraverso i film documentari, ci immergiamo in un viaggio avvincente che ci spinge a continuare a crederci, a lottare con coraggio e a mantenere viva la fiamma della speranza. Ognuno di noi osservando e ascoltando le storie narrate dal cinema del reale è protagonista del racconto e può contribuire al grande epico della trasformazione. Il tempo è ora. La speranza è il nostro faro. Il coraggio è il nostro compagno di viaggio
Francesco Bizzarri, ideatore e Presidente di Visioni dal Mondo 

La 10a edizione del Festival si preannuncia come un appuntamento ricco e celebrativo: la struttura, oltre a eventi, masterclass e panel, prevede il Concorso Italiano, rivolto ai cineasti italiani con due categorie, lungometraggi e new talent opera prima; il Concorso Internazionale, dedicato a produzioni straniere; il Concorso Visioni Incontra, dedicato ai progetti documentari ancora nella fase work in progress o in final development sviluppo avanzato e il Concorso Visioni VR, dedicato alle opere in realtà virtuale lineare ed esperienze interattive.

Film di apertura della 10a edizione del Festival sarà il film documentario The Lost Legacy of Tony Gaudio regia di Alessandro Nucci, in concorso nella categoria Lungometraggi. Il film porta racconta la storia di un giovane calabrese che nel 1906 parte alla volta del Sogno americano: Gaetano "Tony" Gaudio. Negli USA, rafforza la sua passione per la fotografia cinematografica e il suo talento lo guida verso Hollywood, dove nel 1937 raggiunge l'apice della carriera vincendo l'Oscar alla miglior fotografia per il film Avorio nero, diventando il primo italiano a ottenere questo riconoscimento e anticipando di undici anni la vittoria di Vittorio De Sica.

The Lost Legacy of Tony Gaudio è un omaggio ad un migrante italiano che ha portato la creatività, la conoscenza e il saper fare Italiano nel mondo del cinema americano ancora agli albori e che non deve essere dimenticato

Gli altri titoli in concorso in questa sezione del festival sono: 

- Arte vs. Guerra - Banksy e C215 a Borodyanka regia Michele Pinto
- Bob Noto, the world’s finest palate regia Francesco Catarinolo 
- Corpi Docili regia Stefano Conca Bonizzoni 
- Davide e il mostro regia Francesco Squillace 
- Femmenell (Chic e Favoloso) regia Andrea Fortis
- Fuori dal Mondo regia Stefano Pasetto
- Il Parco della Speranza regia Bruno Bergomi 
- La tv nel pozzo regia Andrea Porporati
- Lisca Bianca regia Giorgia Sciabbica, Giuseppe Galante
- The Other Side of the Pipe regia Marko Kumer
- Ugualmente Diversi regia Federika Ponnetti
- Wansati - as flores do Mundo regia Alessio Garlaschelli
- @Italiangirl – La storia di Saman Abbas regia Gabriele Veronesi, Luca Bedini

Il Concorso Internazionale, rivolto alle produzioni indipendenti straniere, prevede la proiezione in anteprima italiana di 10 film documentari che concorreranno al Premio Visioni dal Mondo Miglior Documentario Internazionale, assegnato da giurati internazionali quali: Heidi Groenauer, direttrice di ZeLIG, scuola per documentari, televisione e new media, Bettina Hofmann, co-direttrice dell’area documentari di RTS Radio Televisione Svizzera francese, e Gudula Meinzolt, produttriceinternazionale; e al Premio Amici Cineteca Milano, conferito da una giuria composta dai possessori di Cinetessera 2024 della Cineteca Milano Arlecchino.

I TITOLI IN CONCORSO
- Black Snow regia Alina Simone
- Brief Tender Light regia di Arthur Musah
- Call me mule regia John McDonald
- For the time being regia Nele Dehnenkamp
- Grand Me regia Atiye Zare Arandi
- La Scomparsa di Bruno Bréguet regia Olmo Cerri
- Life & Deaths of Max Linder regia Edward Porembny
- Phantoms of Sierra Madre regia Håvard Bustnes
- Riverboom regia Claude Baechtold 
- Tack regia Vania Turner

Visioni Incontra, la sezione Industry del Festival curata da Cinzia Masòtina, Head of Industry, aprirà la manifestazione e si terrà il 12 e il 13 settembre. La sezione, esclusivamente dedicata al settore, a inviti e per soli accreditati, prevede il Concorso Visioni Incontra, dedicato ai progetti documentari ancora nella fase work in progress o in final development, gli incontri one on one con potenziali finanziatori, commissioning editors, coproduttori, distributori, film commissions, fondi, panel e tavole rotonde. In Concorso 19 progetti italiani e internazionali.

Tulle le informazioni e gli approfondimenti sul sito www.visionidalmondo.it.