Agli albori del pensiero

Le origini della filosofia occidentale

Condividi

La tradizione filosofica occidentale nasce nell'antica grecia e si diffonde nel mondo, a tratti contaminandosi con influenze provenienti dall'Oriente (Avicenna e Averroé tra gli altri). Il termine filosofia deriva dall'unione di due parole greche e significa amore per la conoscenza. Per questo Socrate, anche se prima di lui ci furono altri pensatori (da Talete ad Eraclito, Empedocle, Pitagora), è da molti considerato il vero padre del pensiero filosofico occidentale. La sapienza, per il filosofo ateniese, si basa infatti sull'argomentazione, il ragionamento e la messa in discussione delle cose. Il suo famoso so di non sapere era il punto di partenza per ogni tipo di approccio conoscitivo che mirasse, innanzitutto, all'indagine della natura profonda ed invisibile del mondo e dell'uomo. Ma Socrate non lasciò nulla di scritto perché credeva nel valore della trasmissione orale del sapere. Ci pensò il suo allievo più famoso, Platone, a trascrivere un buon numero di conversazioni tra il Maestro e i suoi vari interlocutori. Ne I dialoghi platonici riusciamo a cogliere la personalità di Socrate, la sua arguzia e a capire come mai potesse risultare tanto scomodo ai potenti del suo tempo. 
Tra i personaggi di questa fotogallery spicca un' altra mente eccelsa, alla quale la nostra civiltà deve molto: Aristotele.

Noi reputiamo di sapere, solo quando siamo riusciti a discernere le cause.
Aristotele

Per capire la portata del suo contributo al pensiero della civiltà occidentale, basti pensare che, solo con la nascita della scienza moderna, nel XVII secolo, la fisica e la biologia aristoteliche furono abbandonate. Questa influenza si spiega in quanto Aristotele ha creato il lessico filosofico e le discipline in cui la filosofia si articola: la logica, la fisica, la metafisica, l’etica, la politica, la poetica, ponendo le basi condivise e accettate da tutti. Anche chi confuta la sua filosofia, per farlo utilizza i concetti da lui formulati.

Aristotele era talmente bravo nel suo mestiere che ancorò il pensiero umano per duemila anni.
Ezra Pound