Pio XII

Pio XII

Il papa della guerra

Pio XII

Condividi

Il 2 marzo 1939, esattamente ottant’anni fa Eugenio Pacelli viene proclamato pontefice con il nome di Pio XII. Si apre un pontificato lungo, che attraversa anni difficili ed è caratterizzato da luci e ombre. Sin da giovanissimo entra al servizio della Santa Sede nella Congregazione degli Affari straordinari, prima come sottosegretario e poi segretario. Nel 1917 inizia la sua esperienza internazionale: nominato nunzio apostolico in Baviera, assolve varie missioni in Germania, concludendo diversi accordi. L’anno dei Patti lateranensi, nel 1929, succede a Pietro Gasparri come segretario di Stato di papa Pio XI. Comincia una stretta collaborazione con il pontefice, che lo porterà a succedergli in seguito alla sua morte, appunto nel 1939. Si ritrova da subito ad affrontare una situazione internazionale drammatica e a guidare la barca di Pietro nel corso del secondo conflitto mondiale e nella delicata fase di ricostruzione postbellica.

Il 2 marzo 1939, esattamente ottant’anni fa Eugenio Pacelli viene proclamato pontefice con il nome di Pio XII. Si apre un pontificato lungo, che attraversa anni difficili ed è caratterizzato da luci e ombre

La documentazione prodotta in diciannove anni di pontificato, più l’attività della nunziatura è sterminata: si contano sedici milioni di documenti, duemilacinquecento fascicoli conservati in quindicimila buste. Il suo archivio è conservato ovviamente presso i depositi dell’Archivio Segreto Vaticano e non è consultabile. Da una decina di anni gli archivisti stanno lavorando alla schedatura dell’intero complesso documentario. Nel 1965 è stata pubblicata una “sintesi” della documentazione in dodici volumi: "Actes et documents du Saint Siege relatifs à la Seconde guerre mondiale". Papa Francesco ha finalmente ufficializzato l’apertura del fondo agli studiosi per il 2020. Solo allora attraverso un accurato studio delle carte si potranno verificare e constatare determinate posizioni di Pio XII.
Ripercorriamo la vita del pontefice attraverso una puntata de La Grande Storia.
Photogallery

Eugenio Pacelli: Pio XII

Riviviamo la sua storia attraverso immagini d'epoca. Eletto papa sei mesi prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale, si trova ad affrontare uno dei periodi più difficili per la Chiesa di Roma. Alle spalle ha una forte esperienza diplomatica, in anni in cui la Santa Sede negozia diversi concordati in molti Stati dell'Europa, grazie anche al suo operato. Nel 1911 diventa sottosegretario e nel 1914 segretario agli Affari Straordinari di Stato.

Alle spalle ha una forte esperienza diplomatica, in anni in cui la Santa Sede negozia diversi concordati 

Benedetto XV lo sceglie come nunzio apostolico in Bavaria nel 1917 e nella Repubblica di Weimar tre anni dopo, nel 1920. Diventa cardinale alla fine del 1929 e dal 1930 al 1938 Segretario di Stato. L'anno dopo, l'avvio di un lungo pontificato, destinato a durare fino al 1958, anno della morte e dell'elezione di Giovanni XXIII.