Alessandra Selmi, Le origini del potere

La saga di Giulio II, il papa guerriero

Condividi

In Le origini del potere. La saga di Giulio II, il papa guerriero pubblicato da Editrice Nord, Alessandra Selmi racconta l’ascesa di Giuliano Della Rovere al soglio pontificio a partire dal 1471, l’anno in cui da semplice frate nato ad Albissola accorre a Roma per l’elezione di suo zio che diventa papa Sisto IV. Il Giuliano che ci viene presentato all’inizio è un uomo giovane, impetuoso e idealista che si scandalizza di fronte agli eccessi dei suoi cugini, Girolamo e Pietro Riario ma che non sa resistere all’attrazione per Lucrezia, una ragazza dai capelli ramati che lo seduce e che gli resterà accanto negli anni successivi fino a dargli una figlia. Già in quegli anni Giuliano prova i suoi primi brividi all’idea di esercitare il potere ed è invidioso di Pietro che viene considerato il successore di Sisto IV; alla morte del cugino la sua ambizione non ha più freni. Dovrà vedersela a lungo con Rodrigo Borgia, il catalano che influenza le decisioni di suo zio e che diventa papa prima di lui nel 1492, dopo averlo combattuto con tutti i mezzi. Un romanzo che ricostruisce una formidabile carriera e tutti gli sforzi per costruirla, ma anche la Roma di fine Quattrocento, un posto terribile per i molti poveri e stupendo per i pochi privilegiati.

Gli capitava, talvolta, sin da bambino, che perfino un fatto irrilevante accendesse in lui una specie di fuoco. Come un incendio di sterpaglie secche alimentato dal vento di libeccio, in breve avvampava divorandolo dentro, ottundendogli la ragione, spingendolo a gesti inconsulti. Allora urlava, si scagliava contro chiunque tentasse di contraddirlo, e se nessuno osava farlo arrivava al punto di ferirsi, dando vigorosi pugni a un tavolo o calci a una parete, finché non sanguinava e non riusciva più a tollerare il dolore.

Alessandra Selmi (Monza, 1977) è titolare dell’agenzia letteraria Lorem Ipsum, dove si occupa di scouting e editing. Tiene una rubrica di critica letteraria sul Cittadino di Monza e 
Brianza e insegna Scrittura editoriale nei master dell’Università Cattolica di Milano. Le origini del potere è il suo primo romanzo storico.