Lettura day

Lettura day

Giovedì, giorno della lettura

22 Apr 2021 > 21 Set 2021
Lettura day
Adei, Associazione degli Editori Indipendenti, lancia un'iniziativa di carattere nazionale che ambisce a essere al tempo stesso una festa della rinascita e un seme per tempi nuovi, migliori degli attuali e di quelli precedenti alla pandemia. Al centro di tutto, i libri e le parole che i libri contengono. E la condivisione di queste parole, che avviene tramite la voce. In questo modo i libri diventano un canale per rimettere le persone in contatto tra loro, grazie alla condivisione di sentimenti, passioni, dolori, idee, evasioni che i libri raccontano, oltre ovviamente a tutti gli aspetti cognitivi che li contraddistinguono.

Lettura Day prenderà l'avvio con un lungo percorso di preparazione già dal prossimo 23 aprile, Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore, e nel corso del Maggio dei libri. A partire da allora e fino a settembre, ogni giovedì si terranno in tutta Italia letture ad alta voce. Nella settimana #letturaday, dal 16 al 23 settembre, le letture avverranno tutti i giorni, a qualsiasi orario, in qualsiasi luogo.

#letturaday vuole anche essere un momento, anzi una lunga, potenzialmente infinita serie di momenti, in cui il libro e la lettura diventano indispensabili, necessari, trasformandosi in normalità. L'idea è quella di fare diventare il giovedì l'abituale giorno della lettura, una pausa settimanale nella quale l'orecchio e la mente ascoltano e da quell'ascolto traggono un contatto e una condivisione con gli altri e con la cultura, che diventa di tutti, per tutti, a tutti i livelli, dappertutto.

Si potranno organizzare eventi di lettura di quattro tipologie:
• in luoghi privati: nelle case, nei cortili, nei palazzi, nelle strade, negli uffici, nelle fabbriche, nei negozi, in banca, in tutti i luoghi quotidiani che possono trasformarsi in mondi diversi;
• a scuola: in classe, in palestra, nei corridoi, in aula magna, in cortile.
• in luoghi aperti al pubblico: in libreria, in biblioteca, nei teatri o in altri luoghi pubblici.
• nei luoghi del disagio e della marginalità: negli ospedali, nelle carceri, nei centri di salute mentale, nelle case famiglia, nelle case di riposo.

Gli obiettivi di #letturaday sono moltissimi; tra questi ci sono sicuramente: - diffusione: perché #letturaday  è in tutta Italia, in tutti i luoghi,  a qualsiasi ora, - condivisione: #letturaday offre a tutti la possibilità di partecipare, sia leggendo che ascoltando; - ascolto: #letturaday è fatto di suoni e di parole che risuonano; - vicinanza:  #letturaday avvicina persone distanti come solo i libri sanno e possono fare; - cultura: #letturaday moltiplica e distribuisce idee, sensazioni, sentimenti, domande.

L'iniziativa è coordinata da un gruppo di “direttori artistici” costituito da un libraio [Giogio Gizzi - Libreria Arcadia], una bibliotecaria [Maria Stella Rasetti - Direttrice della Biblioteca Comunale San Giorgio di Pistoia] e un'insegnante [Annarita Corrado - Dirigente del Liceo “Da Vinci” di Maglie].  Perché #letturaday chiama a sé prima di tutto le librerie, le biblioteche, la scuola.

Per le scuole, #letturaday intende inoltre riproporre e promuovere ovunque, in tutta Italia, i Dieci minuti a libro aperto, in cui si chiede alle scuole di individuare quotidianamente uno spazio di lettura di dieci minuti, che gli insegnanti di tutte le materie regalano ai propri ai propri studenti. I Dieci minuti a libro aperto sono stati ideati e realizzati nelle scuole di Pavia da Daniela Bonanni. 

Fondamentale per #letturaday sarà il coinvolgimento di più soggetti possibili. Non solo per arricchirne il “funzionamento”, ma anche per renderlo ciò che vogliamo che sia, ossia un momento prima di tutto di conoscenza, condivisione, libertà. 

#letturadayay si svolge sotto gli auspici del Cepell e ha il patrocinio dell’ANCI e della SIAE, ed è sostenuta da ostenuta da AIB - Associazione Italiana Biblioteche, del Sistema Bibliotecario di Milano e da alcune delle più grandi fiere del libro (Bologna Children’s Book Fair, Taobuk, Rassegna Microeditoria).

Il programma è in via di definizione, dato che verrà costruito con il contributo di tutte le persone che vorranno realizzare dellle letture ad alta voce, ma avrà alcuni appuntamenti centrali, tra cui:
- 22 aprile: lancio dell'iniziativa alla stampa e comunicazione dell’avvio di Lettura Day attraverso delle pillole video organizzatori che illustreranno in cosa consiste  la manifestazione e come tutti possono partecipare
- 23 aprile: per la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, le librerie di Roma organizzeranno l’Oscar del Libro in collaborazione con l’Istituto Catalano Ramon in occasione della festività San Jordi.
- Maggio: Lettura Day si affiancherà a Il Maggio dei Libri, ogni giovedì del mese con iniziative dedicate.
- 21/23 maggio: in concomitanza di Portici di Carta a Torino, verranno realizzati eventi di lettura ad alta voce e verrà promossa l’iniziativa.
- 17 giugno: anche Taobuk a Taormina si unirà a Lettura Day organizzando un’iniziativa dededicata, proprio il giovedì.
- 26/27 giugno: la Rassegna della Microeditoria di Chiari (Capitale del Libro 2020) parteciperà a Lettura Day con iniziative organizzate anche per i più giovani.
- ogni giovedì fino al 23 settembre tutti potranno proporre e organizzare momenti di lettura ad alta voce diffusa e condivisa, in tutta Italia.

Tutto ciò che avverrà in #letturaday, dalle prime pillole del 23 aprile alla settimana di settembre, sarà condiviso in rete per mezzo dell'hashtag #letturaday e troverà anche un  “deposito”  liberamente consultabile all'interno di un sito web dedicato: oltre a contenere il calendario degli eventi, diventerà un immenso archivio di voci, parole, volti, progressivamente animato e utilizzato con passione e competenza.